• Dott. Gabriele Frontoni Viterbo
  • Podologo Viterbo
  • Studio podologico Viterbo

ALLUCE VALGO

Deformazione comune del piede

alluce valgo

L’alluce valgo o abdotto, è caratterizzato dalla deviazione del I° dito verso le altre dita, spesso accompagnata da II° dito a martello che si sovrappone al primo. L’articolazione corrispondente diventa pronunciata, spesso è dolente e può presentare ipercheratosi/tilomi (callosità) e/o borsiti (infiammazioni delle borse) per il conflitto con le calzature, che è opportuno sottoporre a trattamento podologico.
Spesso il movimento dell’alluce si riduce progressivamente, fino a portare anche ad un hallux limitus/rigidus. In genere le cause dell’alluce valgo sono legate alla familiarità, all’utilizzo di calzature inadeguate (specie se a punta), e/o a problemi biomeccanici (sindrome pronatoria). Per proteggere le sporgenze ossee dai conflitti con le calzature e/o borsiti , lo studio podologico realizza ortesi digitali specifiche, per alluce valgo e per II° dito a martello. Nel caso in cui si riscontrasse una sindrome pronatoria, è opportuno che essa venga compensata con dei plantari in modo da agire prevenendo o rallentando l’evoluzione in valgismo dell’alluce.
Quando un alluce valgo pronunciato ed associato a dita a martello presenta dolore a livello metatarsale, sarà opportuno ridistribuire i carichi con dei plantari realizzati su misura.

DITA A MARTELLO

Posizione anomale delle dita del piede

Dita a martello

Con il termine “dita a griffe / martello” si indica una varietà di posizioni anomale delle dita che possono essere strutturate. Le dita si mostrano piegate e/o sovrapposte o sottoposte ad altre dita, con diversi gradi. Quando un dito è a martello, subisce spesso il conflitto con la calzature, specie se questa è a punta e presentano ipercharatosi/tilomi (callosità) e/o borsiti.

A queste situazioni, spesso si associa una contemporanea sporgenza a livello della pianta del piede, della teste metatarsali corrispondenti alle dita che sono a martello. Ciò frequentemente è accompagnato da dolore, con metatarsalgia da sovraccarico e comparsa di ipercheratosi/tilomi plantari. Specifici plantari possono alleviare la sofferenza e permettere una vita normale. Quando un dito è piegato, spesso appoggia al suolo con l’unghia; questa quindi subirà microtraumi ripetuti che porteranno, specie nelle persone predisposte, ad alterazioni più o meno permanenti delle unghie quali onicogrifosi e pachinichia (aumento dello spessore), cambio di direzione di crescita, onicolisi (scollamento), onicofosi (callosità alle unghie), ecc.

Lo studio podologico provvede a queste situazioni, realizzando apposite ortesi digitali e svolgendo l'apposito curretage e relative medicazioni necessarie alle dita.

FRONTONI GABRIELE | 40, Via Augusto Gargana - 01100 Viterbo (VT) - Italia | P.I. 02185090566 | Tel. +39 0761 347369   - Cell. +39 328 2520168 | g.briele@virgilio.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy